Menu principale:

Le Vie della Sardegna :: partendo da Sassari Turismo, Sagre Paesane, Cultura e Cucina Tipica Sarda. Turismo in Sardegna, itinerari enogastrononici e culturali. B&B, Agriturismi, Hotel, Residence, Produttori Prodotti Tipici, informazioni e itinerari su dove andare, cosa vedere, dove mangiare, dove dormire sul Portale Sardo delle Vacanze. Tutto per le tue Vacanze in Sardegna. Informazioni turistiche e curiosità sui comuni della Sardegna e le attrattive turistiche offerte nei vari territori isolani.


Vai ai contenuti

Località Balneari Cagliari:: Le più belle spiagge della Provincia di Cagliari. Come trovarle indicazioni e strade dal Portale del Turismo Le Vie della Sardegna.

Territorio > Località Balneari


Le più belle Spiagge della Sardegna

Come trovarle facilmente nella Provincia di Cagliari

Le più belle Spiagge della Sardegna. Come trovarle facilmente nella Provincia di Cagliari. Punta Molentis (CA).


Località Balneari Provincia di Cagliari


Cagliari (CA)
Città capoluogo di Provincia della Sardegna, conta 156.951 abitanti (rilevamento ISTAT del 1° gennaio 2010).
Accanto a un mare trasparente e cristallino, Cagliari offre una natura incontaminata fatta di lagune e oasi naturalistiche uniche in Europa. Oltre a feste e sagre secolari, senza eguali per suggestione e ricchezza di colori, la città è ricca di musei e monumenti, segni e testimonianze di tutti i popoli passati e rimasti nel corso della storia.

Si trova a 6 m sul livello del mare, affacciata sul golfo omonimo, nella parte meridionale dell'Isola. Il territorio si sporge in mare con il Capo Sant'Elia; si estende per kmq 80,57, e mentre nella parte meridionale è bagnato dal mare, nel retroterra é circondato da Capoterra, Assemini, Sestu, Selargius, Quartucciu, Monserrato, Maracalagonis e
Quartu Sant'Elena. Il territorio è costituito da una pianura costiera, dalla quale si sollevano piccoli rilievi, come quello sul quale sorge il quartiere Castello. Da Cagliari parte sia la maggiore strada dell'Isola, la statale 131 "Carlo Felice", sia la maggiore linea ferroviaria, che si dirige verso Sassari Porto Torres e Olbia Golfo Aranci; ma anche la strada ferrata per Iglesias e Carbonia e quella a scartamento ridotto per Mandas, Sorgono e Arbatax; nonchè le due strade che seguono la costa verso oriente e verso occidente, e varie altre che si dirigono verso l'interno.


Poetto
Il lunghissimo litorale del Poetto si estende tra Cagliari e Quartu Sant'Elena ed è dominato dal promontorio della Sella del Diavolo. La leggenda racconta che Lucifero, dopo essere precipitato in mare con la sua sella, abbia lasciato l'impronta su quella pietra, che ha preso quindi il nome di Sella del Diavolo.
Facilmente raggiungibile dalla località Calamosca, attraverso un percorso naturalistico percorribile in un'ora, la Sella del Diavolo offre un panorama di tutta la città e del litorale.
Grazie alla vicinanza dello stagno di Molentargius e delle Saline, dalla spiaggia del Poetto è possibile ammirare il volo dei fenicotteri rosa che nidificano indisturbati dal 1993 in un'oasi protetta, unica in Italia, separata dalla strada da un muro di canne palustri.
Il litorale del Poetto frequentato intensamente dal primo decennio del XX secolo, è collegato alla città con mezzi pubblici che assicurano un servizio regolare ed efficiente.
Come arrivare
A Cagliari si percorre il Viale Diaz sino all'imbocco del Viale Poetto, che conduce alla spiaggia, lunga circa 9 km. Fino all'incrocio con il Viale Colombo di Quartu appartiene al comune di Cagliari, invece, dall'incrocio sino al Margine Rosso, la spiaggia ricade nel comune di Quartu Sant'Elena.
Informazioni utili e servizi
Ai tradizionali stabilimenti di un tempo chiamati casotti si sono sostituite numerose infrastrutture, come attrezzature balneari, chioschi, bar, ristoranti, supermercati, attività sportive, un porticciolo, un luna park permanente e altre attrazioni.
L'area rappresenta un vero quartiere della città e offre servizi urbani quali parcheggi e un ospedale, oltre al porticciolo di Marina Piccola.



Quartu Sant'Elena (CA)
Quartu Sant'Elena si trova a 6 km dal capoluogo. Grazie ad un importante crescita edilizia e di popolazione, è diventato la terza città dell'Isola in ordine di importanza dopo Cagliari e Sassari. E' una delle località più interessanti e complesse della costa meridionale sarda. Centro in movimento, ricco di dinamismo sociale ed economico.
Dal punto di vista idrografico bisogna prima di tutto ricordare che il comune può vantare ben 26 km di litorale. La principale spiagga è senz'altro quella del Poetto, che risulta essere sia la più estesa spiaggia cittadina che la più frequentata, grazie anche al fatto che sia raggiungibile attraverso numerose linee del CTM (Consorzio Trasporti e Mobilità) . La spiagga si estende dallo stabilimento della polizia di Stato fino alla spiaggia del Margine Rosso. Le altre spiagge degne di nota sono quelle del Margine Rosso, di Cala Regina, Is Mortorius, Kal' e Moru, Capitana, Terra Mala e Murtaucci. Le spiagge di Murtaucci e del Poetto si sono anche fregiate della Bandiera Blu. Alcune di queste spiagge sono caratterizzate dall'avere una sabbia bianca molto fine, altre dalla presenza di pietroline e scogli. Quasi tutte le spiagge sono dotate dei principali servizi e tutte quelle prima di Terra Mala sono raggiungibili tramite le linee del CTM.


Poetto di Quartu Sant'Elena
La spiaggia del Poetto di Quartu Sant'Elena, lunga parecchi chilometri, è la porzione quartese della celebre spiaggia cagliaritana e si estende da Foxi al Poetto di Cagliari. Ha un fondo di sabbia bianca sottile orlata da palme e una vegetazione che a tratti occupa anche l'arenile.
Questo lungo arenile, per le sue qualità naturalistiche, la limpidezza e pulizia delle acque e i sevizi offerti, ha ricevuto il riconoscimento della Bandiera Blu.
Come arrivare
Il Poetto di Quartu Sant'Elena si trova nella ominima località, nel comune di Quartu Sant'Elena, ed è facilmente raggiungibile anche da Cagliari.

Cala Regina
Cala Regina si trova in località Terramala, nel comune di Quartu Sant'Elena, ed è facilmente raggiungibile percorrendo la strada costiera che da Cagliari porta a Flumini di Quartu.
Cala Regina ha un fondo di ciottoli e rocce ed è orlata da scogli. Le sue acque hanno tonalità azzurro cangiante.
La caletta è sovrastata da una torre d'avvistamento spagnola su un promontorio a strapiombo sul mare, ricoperto dalla vegetazione della macchia mediterranea, con eucalipti e pini.
Come arrivare
La baia è raggiungibile percorrendo la strada costiera in direzione Cagliari: si trova poco oltre il centro di Geremeas.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia è dotata di un piccolo parcheggio e le sue acque sono particolarmente amate da quanti praticano la pesca subacquea.

Capitana
Appena fuori Quartu Sant'Elena, sulla Strada Panoramica che porta a Villasimius, c’è Marina di Capitana. A ridosso delle residenze estive si stende la stretta spiaggia caratterizzata da una fine e candida sabbia che digrada verso il Golfo di Cagliari, dal fondo sabbioso e limpidissimo. Intorno, le colline coperte da pioppi, tamerici ed eucalipti.
Nelle vicinanze si trova il porticciolo di Capitana, uno dei più attrezzati delle coste sarde.
Come arrivare
Proseguendo sulla Strada Statale 125 in direzione Villasimius si arriva al bivio per Capitana. Qui si entra sulla destra e si prosegue fino alla spiaggia.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia non è dotata di un parcheggio proprio, ma le auto devono essere posteggiate lungo la strada che la costeggia. Sulla collina a ridosso della strada statale c’è un campeggio dotato di tutti i servizi. Nelle vicinanze è facile trovare ristoranti, pizzerie e bar.
I bassi fondali e la limpidezza delle acque rendono la balneazione sicura e adatta ai bambini, controllati da un servizio di salvamento. I venti di maestrale rendono questo angolo di mare adatto anche a velisti e surfisti.


Is Mortorius
La spiaggia di Is Mortorius si trova nella località omonima del comune di Quartu Sant'Elena. Ha un fondo di ghiaia a grani di diverse dimensioni fino alla sabbia e scogli.
Le sue acque sono di un azzurro cangiante. Vi si allunga una striscia di rocce levigate dal mare, abitate da una fauna di patelle e ricci. Nei pressi si trovano anche le due calette di Baia Azzurra, orlate dalla vegetazione e da scogliere.
Come arrivare
Vi si arriva percorrendo la Strada Provinciale 17 in direzione Cagliari: si trova tra Torre Mortorius e Terramala ed è segnalata.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia è dotata di un piccolo parcheggio ed è caratterizzata da un basso fondale che rende agevole il gioco dei bambini.
Poco frequentata, è amata da quanti praticano la pesca subacquea.


Kal'e Moru
Kal'e Moru si trova nella località di Geremeas e nel comune di Quartu Sant'Elena. Lunga quasi tre chilometri, ha un fondo di sabbia bianca molto grossa e scogli. Il nome è legato alle incursioni piratesche dei saraceni ("morus") che a lungo hanno coinvolto questi tratti di costa spesso depredati di uomini e cose.
Come arrivare
La spiaggia è raggiungibile percorrendo la Strada Provinciale 17 in direzione Cagliari: si trova presso l'abitato di Geremeas.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia è ricca di servizi: è accessibile ai diversamente abili, è dotata di ampio parcheggio, hotel, bar, punto di ristoro e locali in genere nei quali la vita notturna è particolarmente animata. Kal'e Moru è caratterizzata da un basso fondale che rende agevole il gioco dei bambini. È possibile noleggiarvi ombrelloni, sdraio e pattino.
Essendo battuta dal vento è meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea.


Maracalagonis (CA)
Nella zona orientale del Campidano di Cagliari, a pochi chilometri dal capoluogo isolano, sorge il paese di Maracalagonis, cinto da colline e teso fino al mare con le località di Geremeas, Baccu Mandara e parte di Torre delle Stelle. Incorniciato dal massiccio dei Sette Fratelli, Maracalagonis fu abitato fin dalla più remota antichità, come è dimostrato dalla presenza di resti di nuraghi, una necropoli ed il villaggio di Cannesisa. Il toponimo deriva probabilmente dal fenicio "hamara", in sardo "mara", che significa "palude d'acqua salmastra"; oppure dal fenicio "magar", che significherebbe "grotta" o "fattoria". Nel Medioevo apparteneva alla curatoria di Campidano del Giudicato di Calari. Fu in quel periodo che la chiesa di San Lussorio, oggi non più esistente, venne donata dal giudice di Calari Costantino Salusio di Lacon Gunale ai monaci benedettini. Dal 1416 il paese venne denominato Mara de Calagonis.

Baccu Mandara
Baccu Mandara si trova in località “Geremeas”, nel comune di Maracalagonis.
La spiaggia ha un fondo di sabbia chiara a grani grossi. Le sue acque azzurro chiaro sono contornate da promontori coperti dalla tipica macchia mediterranea.
Come arrivare
È facilmente raggiungibile percorrendo la Strada Provinciale 17 in direzione Cagliari e seguendo le indicazioni, numerose lungo il percorso.
Per aprile 2009 è prevista l'apertura del nuovo tratto della strada a scorrimento veloce 125, che attraverserà anche l'entroterra vicino a Geremeas.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia è è accessibile ai diversamente abili, è dotata di un ampio parcheggio, un hotel, un bar e un punto di ristoro.
La spiaggia è caratterizzata da un fondale subito alto, che richiede di vigilare sui bambini. È possibile noleggiare ombrelloni, sdraio e patino. Essendo battuta dal vento, è meta ideale per i surfisti e per chi pratica la pesca subacquea.



Sinnai (CA)
Sinnai è situata nel versante orientale dei monti del Campidano di Cagliari. La sua particolare posizione permette una vista spettacolare del golfo di Cagliari, delle colline dei Monti di Serpeddì e dei Sette Fratelli. Il paese è caratterizzato dalle case in stile campidanese. L’economia si basa prevalentemente sull’attività agropastorale e sulla produzione olivicola. Nei mesi estivi, autunnali e primaverili è diffusa la raccolta dei funghi. Di ottima qualità la produzione del miele. Tradizionale la lavorazione del giunco e del fieno. Di interesse archeologico è l’antica chiesa di Santa Barbara Vergine, patrona del paese. Al suo interno sono custodite una statua di legno intagliata della santa, l’altare e il fonte battesimale in marmo. Sono visitabili la Pinacoteca, di proprietà del Comune, e il Museo Archeologico, dove sono presenti reperti archeologici del nuraghe di Santa Itroxia. Di interesse naturalistico il Parco Naturale Regionale dei Sette Fratelli, di Monte Paulis e Punta Ceraxa che ospita una vasta flora e fauna. Inoltre, per chi ama le escursioni si consigliano gli itinerari della Pineta secolare di Sinnai, intorno alla collina di Bruncu Mògumu.

Capo Boi
La spiaggia di Capo Boi si trova nel comune di Villasimius. Le sue acque sono azzurro cangiante ed è possibile ammirarle orlate dal verde della macchia mediterranea anche dalla Strada Provinciale 17, all'altezza di una torre di avvistamento.
Come arrivare
Raggiungibile con imbarcazioni proprie o con i servizi escursionistici in mare dal porticciolo di Villasimius. Il promontorio di Capo Boi ha un fondo di scogli e rocce di diverse dimensioni.

Genn'e Mari
La spiaggia di Genn'e Mari ("porta verso il mare") si trova nella località di Torre delle Stelle e ricade parte nel comune di Maracalagonis e parte in quello di Sinnai. L'arenile di sabbia bianca e di media grossezza è lambito da acque azzurre.
Come arrivare
La spiaggia è facilmente raggiungibile perché ben segnalata lungo la Strada Panoramica 125.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia è ricca di servizi: è accessibile ai diversamente abili, è dotata di ampio parcheggio, hotel, bar, punto di ristoro ed è caratterizzata da un basso fondale che rende sicuro il gioco dei bambini.
È possibile noleggiarvi l'attrezzatura per il diving ed è presente uno scivolo a mare per le imbarcazioni da diporto. Essendo battuta dal vento, è una meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea.


Solanas
La spiaggia di Solanas ha un fondo di sabbia chiara a grani grossi e una vegetazione che arriva quasi all'arenile. Alle sue spalle si sviluppa un borgo turistico, mentre nel lato est si trovano i dolci profili della piccola duna alla base del Capo Boi.
Come arrivare
È facilmente raggiungibile da Capo Boi procedendo sulla Strada Statale 125 in direzione Cagliari: non mancano i cartelli di indicazione.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia è ricca di servizi: è accessibile ai diversamente abili, è dotata di un piccolo parcheggio, bar, punto di ristoro ed è possibile noleggiarvi ombrelloni, sdraio e pattino. Essendo battuta dal vento è meta ideale per i surfisti ed è amata da chi pratica la pesca subacquea o le immersioni.


Villasimius (CA)
Villasimius venne fondata nel 1812 vicino all'antico abitato di Carbonara, di cui ereditò il toponimo poi mutato in Villasimius. E' una rinomata località turistica, situata a 40 chilometri dal capoluogo sardo, nella punta sud-orientale della Sardegna.
Dal 1998, in virtù della sua fortunata configurazione naturalistica, Villasimius può vantare l'Area Marina Protetta di Capo Carbonara, un ecosistema marino incontaminato e prezioso.
Il suo territorio, caratterizzato da splendide spiagge e un mare cristallino, è raggiungibile percorrendo una suggestiva strada che offre ai viaggiatori un panorama unico, in cui calette e spiagge si fanno spazio tra i promontori coperti da una fitta vegetazione mediterranea. Il lentischio, il mirto, i ginepri e le ginestre danno al paesaggio un profumo tipico e inconfondibile. Inoltre, nella striscia di terra che collega Capo Carbonara alla costa, si estende lo stagno di Notteri, abitato da singolari specie avifaune ben visibili dagli osservatori naturali.
L'intera area comunale comprende quasi 32 chilometri di coste, dove i colori di un mare trasparente toccano tutte le gradazioni comprese tra il blu, il turchese e lo smeraldo. I ricchi fondali coperti di posidonia, accolgono varie specie di fauna ittica.
Il comune si estende sino al monte dei Sette Fratelli dove i boschi secolari sono diventati l'habitat naturale per cervi, cinghiali, gatti selvatici, aquile reali e fenicotteri rosa.


Porto di Villasimius
La spiaggia del Porto di Villasimius ha un fondo di sabbia e scogli granitici, punteggiato da cespugli di macchia mediterranea.
Alle sue spalle si trova la Fortezza vecchia, un castello medievale ampliato nel Seicento dagli Spagnoli, che vi aggiunsero i bastioni che gli conferiscono la peculiare forma a stella. Il monumento è vistabile ed ha un'area espositiva allestita all'aperto, dove è allestita la mostra permanente "Enemigos de la Fè, pirati e difensori costieri", che illustra la storia delle incursioni turco-barbaresche sulle coste sarde tra il XVI e il XIX secolo.
Per la bellezza delle acque, la ricchezza della fauna e la suggestione delle località, la zona è compresa nell'Area marina protetta di Capo Carbonara.
Come arrivare
La spiaggia del Porto si trova presso il porticciolo turistico di Villasimius, ed è facilmente raggiungibile partendo dall'abitato.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia offre alcuni servizi. Non lontano si trovano alcuni hotel, bar, ristorante e locali in genere.
È meta ideale per quanti praticano la pesca subacquea o le immersioni. Non lontano da qui si trovano alcuni relitti di varie epoche, che le guide subacquee locali conducono a visitare.


La Spiaggia di Notteri - Timi ama
La spiaggia di Notteri è un tappeto di sabbia bianca ed impalpabile bagnato da un mare limpidissimo. Per questo motivo la spiaggia è stata lo scenario ideale per la registrazione di film e spot pubblicitari. Alla preziosità del paesaggio si unisce la presenza dello specchio d'acqua di Notteri, luogo scelto dai fenicotteri rosa quale habitat.
Come arrivare
La spiaggia è facilmente raggiungibile seguendo le indicazioni per Villasimius, percorrendo la Strada Provinciale 17. Una volta giunti nell'abitato si percorre la strada verso sud e si seguono i cartelli indicatori per Notteri.
Informazioni utili e servizi
Oltre alla bellezza naturalistica, la spiaggia offre diversi servizi: è dotata di un ampio parcheggio adatto ai camper, hotel, bar, ristorante e locali notturni; è inoltre accessibile ai diversamente abili. Le sue rive digradanti la rendono adatta anche ai bambini.
È possibile noleggiarvi ombrelloni, sdraio e pattino. Essendo battuta dal vento è meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea o le immersioni.

Stagno di Notteri
Lo specchio d'acqua di Notteri si estende per una superficie di 34 ettari, con una profondità che può raggiungere il massimo di mezzo metro. È ubicato nella parte mediana più stretta dalla penisoletta di Capo Carbonara, nel comune di Villasimius. Dipinge uno scenario naturalistico particolarmente interessante perché risulta separato dalle acque di Capo Carbonara da una striscia di sabbia sottile, generando una doppio campo cromatico azzurro con il mare.
I geologi attribuiscono la sua formazione alla graduale unione che nel tempo ha interessato l'antica isoletta di Punta Santo Stefano e la terraferma, provocando la formazione di due cordoni sabbiosi che hanno chiuso una porzione di mare, divenuto appunto lo stagno di Notteri. Lo specchio d'acqua non ha emissari né collegamenti col mare, quindi è soggetto a prosciugamento...
Come arrivare
Da Cagliari si procede lungo la litoranea Quartu Sant'Elena - Villasimius. Circa due chilometri prima del paese di Villasimius si incontra sulla destra il bivio per Campulongu (Condominio Cordolino Blu) e si percorre questa strada fino a un bivio che cpnduce sulla destra al Porto di Villasimius. Procedendo s'incontra dopo cento metri un nuovo bivio sulla sinistra che conduce allo stagno.
Informazioni utili e servizi
Nelle spiagge accanto allo stagno si trovano diversi chioschi e punti ristoro.


Porto Giunco
La spiaggia di Porto Giunco ha un fondo di sabbia bianca e sottile.
Le sue acque sono di un tenue azzurro e questo ha attratto numerosi pubblicitari, che l'hanno resa scenario ineguagliabile dei propri spot.
Nella zona si trova lo stagno di Notteri, luogo scelto dai fenicotteri rosa quale habitat.
Come arrivare
Partendo da Cagliari si percorre la Strada Statale 125 fino a Villasimius, ed è raggiungibile partendo dall'abitato, percorrendo la strada verso sud. Superato lo stagno di Notteri, si seguono le indicazioni per la spiaggia, cui si accede a piedi attraverso un sentiero interno a un bosco di eucalipti.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia è ricca di servizi: è accessibile ai diversamente abili, è dotata di ampio parcheggio, hotel, bar, punto di ristoro e locali notturni. Porto Giunco è caratterizzata da un basso fondale che rende sicuro il gioco dei bambini. È possibile noleggiarvi ombrelloni, sdraio e patino.
Essendo battuta dal vento è meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea.


Cala Caterina
Cala Caterina si trova nella omonima località, nel comune di Villasimius. La spiaggia è una caletta racchiusa fra scogliere, con un fondo di sabbia chiara.
Alle sue spalle i cespugli della macchia mediterranea arrivano quasi all'arenile, aggiungendo sfumature di verde alle forti tonalità di azzurro dell’acqua.
Come arrivare
Partendo da Villasimius, si seguono le indicazioni per Capo Carbonara: da qui si imbocca la strada per Cala Caterina.
Informazioni utili e servizi
Sono disponibili un piccolo parcheggio, hotel, bar e un ristorante.
La spiaggia è amata da chi pratica la pesca subacquea: si può osservare nel fondo anche un relitto della Seconda Guerra Mondiale.


Isola dei Cavoli
L'Isola dei Cavoli si trova nella località e nel comune di Villasimius, ed è facilmente raggiungibile partendo, con imbarcazioni proprie o con escursioni organizzate, dal porticciolo di Villasimius. Non lontana da Capo Carbonara, è considerata l'estrema propaggine sud della costa granitica del Sarrabus: una terra di confine di impareggiabile bellezza.
L'Isola si presenta con un fondo parzialmente ricoperto di sabbia bianca dalla superficie rocciosa. Le sue acque sono di un intenso azzurro e ospitano numerose specie ittiche: saraghi e ricciole, orate e barracuda, polipi e aragoste e tante altre varietà di pesci. Anche la flora è decisamente ricca e variegata: vi si trova il cavolo selvatico, probabilmente all'origine del nome, e l'endemico acchiappamosche.
L'isola conserva inoltre un interessante regno faunistico: è luogo scelto per la nidificazione da falchi pellegrini, cormorani dal ciuffo, berte maggiori e minori, numerosi gabbiani. L'altura settentrionale è dominata dal Faro dei Cavoli (40 metri), costruito nei primi anni del Novecento su una precedente torre d'avvistamento spagnola, le cui pareti sono ricoperte da piccole tessere con colori cangianti dall'azzurro al viola.
La preziosità ambientale dell'isola naturalistica è tutelata dalle iniziative di protezione del parco geominerario che fa capo al Comune di Villasimius, alla Regione Sardegna e all'Università di Cagliari. La spiaggia dell'Isola dei Cavoli uno dei punti di partenza per seguire un itinerario botanico creato dai ricercatori dell'Università di Cagliari.
Come arrivare
Da Cagliari per raggiungere Villasimius è sufficiente 1 ora d'auto, o autobus, percorrendo la 125, strada costiera panoramica.


La Spiaggia dell'Isola dei Cavoli
Ha un fondo di sabbia bianca caratterizzato dalla superficie rocciosa. Le sue acque sono di un intenso azzurro e vi abitano numerose specie di pesci, dalle orate ai barracuda; anche la flora è decisamente presente con il cavolo selvatico (probabilmente all'origine del nome) e l'endemico acchiappamosche. Molti uccelli hanno scelto l'Isola per la nidificazione.
L'area ospita anche un faro, costruito su una precedente torre d'avvistamento, le cui pareti sono ricoperte da piccole tessere dai colori cangianti dall'azzurro al viola.
Come arrivare
La spiaggia è facilmente raggiungibile partendo, con imbarcazioni proprie o con escursioni organizzate, dal porticciolo di Villasimius.
Informazioni utili e servizi
Sulla spiaggia è possibile seguire un itinerario botanico creato dai ricercatori dell'Università di Cagliari.


Capo Carbonara, Villasimius
Acque smeraldine e paesaggi suggestivi: queste le caratteristiche dell'area marina protetta di Capo Carbonara, nella costa sud orientale dell'Isola. Una striscia di terra che da Villasimius si allunga sul mare, un'area che comprende Capo Boi e Punta Porceddus, nel tratto costiero che si affaccia sull'isola di Serpentara e sull'isola dei Cavoli. Istituita nel 1998, l'Area si caratterizza per le pareti granitiche, le verdi pinete e una vegetazione mediterranea molto fitta. Qui si trova uno dei punti più suggestivi della costa sarda: lo stagno di Notteri, diviso dal mare da una sottile lingua di sabbia che ospita fenicotteri, gabbiani, berte, starne. Le spiagge distese lungo il promontorio di Capo Carbonara si caratterizzano per la lucentezza della sabbia: effetto dei cristalli di quarzo, come nelle calette tra Capo Boi e Campu Longu. I fondali sono abitati da ricciole, tonni e barracuda: questa specie tropicale ha infatti scelto le acque del sud come luogo di stanziamento. Nei dintorni di Serpentara si possono incontrare i delfini, mentre nelle acque della Secca di Santa Caterina, a 10 metri di profondità, si trova la statua della Madonna del Naufrago, opera dello scultore sardo Pinuccio Sciola.
Come arrivare
Da Cagliari per raggiungere Villasimius è sufficiente 1 ora d'auto (o autobus), percorrendo la Strada Provinciale 17, strada costiera panoramica.
Informazioni utili e servizi
L'area ospita diverse attività di educazione ambientale. Dal 23 luglio al 9 settembre apre il centro visite dell'Area Marina Protetta presso il Porto Turistico “Marina di Villasimius” fronte bivio Notteri - Porto Giunco. L'ingresso al centro è gratuito dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 11.00 e dalle 17.30 alle 21.30 e la domenica dalle 17.30 alle 21.30. Il mercoledì alle 19.00 attività ludiche di educazione ambientale per i bambini. Durante la giornata sono disponibili proiezioni di diapositive e videofilmati sull’ambiente marino.


Punta Molentis
La spiaggia di Punta Molentis è caratterizzata da un arenile di sabbia candida e luminosa. Alle sue spalle, una collina sulla quale si trovano resti di un nuraghe.
Il mare ha colori meravigliosi, mentre il panorama alle spalle offre splendide scenografie naturalistiche. Deve il suo nome all'asino (su molenti) che veniva impiegato per l'attività estrattiva del granito di cui abbonda la zona.
Fa parte dell'Area Marina protetta di Capo Carbonara.
Come arrivare
La spiaggia è raggiungibile percorrendo la strada panoramica che conduce da Costa Rei a Villasimius sulla quale sono indicati gli accessi alle spiagge; Punta Molentis si raggiunge percorrendo la Strada Provinciale 18, pochi chilometri prima di Villasimius, seguendo le indicazioni.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia è poco frequentata; vi si trova un ristorante nel quale è possibile consumare pesce di giornata.
È possibile noleggiarvi natanti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea o le immersioni.



Castiadas (CA)
I circa 13 Km di coste di Castiadas iniziano a sud della Costa Rei, con la solitaria spiaggia di Santa Giusta, nella piana di Santa Giusta, nota soprattutto per l'enorme scoglio a forma di tartaruga che domina le sue acque, conosciuto con il nome di "Scoglio di Peppino". Procedendo lunga la costa, oltre un villaggio turistico, la collinetta di Monte Turno protegge la stupenda "Cala Sant'Elmo", costituita da un alternarsi di scogli e piccole insenature sabbiose. Subito a sud si incontrano la spiaggia di Cannisoni, alle cui spalle la campagna deserta mantiene una forte e suggestiva connotazione ambientale e la dorata spiaggia di San Pietro (Cala della Marina). Poco più a sud, la Cala Sìnzias, magnifica spiaggia alla base di un cespuglioso gruppo di solitarie colline costiere. Continuando sempre verso sud e Villasimius, si arriva alla bellissima Cala Pira; la spiaggia è di candida sabbia, con acque trasparenti, allo sbocco sul mare di una valle pianeggiante. Sul promontorio domina la costa la settecentesca torre di Cala Pira, ben restaurata.


Cala Pira
La spiaggia di Cala Pira è situata in uno dei più bei tratti costieri della Sardegna. Ha un fondo di sabbia bianca e sottile, con sfumature rosa.
Nel lato nord orientale si può notare la Torre di Cala Pira, circondata da dune, graniti e ginepri secolari e restaurata di recente.
Come arrivare
Cala Pira è raggiungibile percorrendo la Strada Panoramica che conduce da Costa Rei a Villasimius, sulla quale sono indicati gli accessi alle spiagge; si segue la Strada Provinciale 18 fino al Km 11, dove si trova la segnalazione per la spiaggia scritta su un masso, all'imboccatura di una strada non asfaltata.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia offre alcuni servizi: è accessibile ai diversamente abili, ha un piccolo parcheggio, un campeggio e il bar, ed è caratterizzata da un basso fondale che rende sicuro il gioco dei bambini. È meta ideale per chi ama spostarsi con imbarcazioni da diporto, qui ormeggiabili.


Isola di Serpentara
L'Isola di Serpentara si trova nel comune di Castiadas, ed è ubicata di fronte alla spiaggia di Villasimius. Il bordo costiero ha un fondo di scogli e rocce che assumono una forma vagamente rievocativa di un serpente. Caratteristica la presenza di tre scogli granitici, i Variglioni, che formano in mare piccole piscine naturali nelle quali è possibile tuffarsi.
Serpentara è sormontata da una torre di avvistamento, San Luigi, dalla quale si può ammirare l'intero litorale di Villasimius. Disabitata dall'uomo, l'Isola è dominata dalla presenza di una ricca fauna, che comprende il coniglio selvatico, i gabbiani corsi, i marangoni dal ciuffo, i delfini.
Essendo parte integrante dell'Area Marina protetta di Capo Carbonara, navigazione, pesca e immersioni sono regolate dall'Ente gestore.
Come arrivare
È possibile raggiungerla con piccole imbarcazioni o con le numerose escursioni organizzate nel porticciolo turistico di Villasimius.


L'Isola di Serpentara si trova di fronte alla spiaggia di Villasimius e dista 3,5 km ad est da Cala Pira. È possibile raggiungerla con piccole imbarcazioni o con le numerose escursioni organizzate dal porticciolo turistico di Villasimius: il punto di accesso più facile è la spiaggia chiamata Caletta d'approdo, nel nord-ovest.
L'Isola si presenta con un fondo di scogli e rocce la cui forma ricorda un serpente: questa sua morfologia sta probabilmente all'origine del nome. A nord è caratterizzata dalla presenza di tre scogli granitici, i Variglioni. Questi hanno una forma conica, a cupola, come delle colline rotondeggianti semisommerse, che formano canali marini e piccole piscine naturali. Nella parte opposta della costa, a sud, si vedono ammassi di graniti gialli, grigi e rosati, erosi finemente dal vento.
Serpentara è dominata da una torre di avvistamento, la Torre di San Luigi, dalla quale si può ammirare l'intero litorale di Villasimius.
La macchia mediterranea cresce rigogliosa nell'Isola di Serpentara dando riparo a diverse specie di animali tra cui il coniglio selvatico, lucertole ma anche i gabbiani corsi, i marangoni dal ciuffo e, visibili con un pò di fortuna fra le onde del mare, i delfini. Essendo parte integrante dell'Area Marina Protetta di Capo Carbonara, navigazione, pesca e immersioni sono regolati dall'Ente gestore e vietati in alcune zone soggette a protezione integrale.
Come arrivare
Da Cagliari per raggiungere Villasimius è sufficiente 1 ora d'auto o autobus, percorrendo la 125, strada costiera panoramica.



Cala Sinzias
La spiaggia di Cala Sinzias si trova oltre una pineta di eucalipti, protetta da un promontorio. Il litorale è di sabbia bianca e sottile, interrotta da scogli. Le acque sono state segnalate da Goletta verde fra le più limpide e incontaminate.
Come arrivare
È facilmente raggiungibile percorrendo la Strada Panoramica che conduce da Costa Rei a Villasimius, sulla quale sono indicati gli accessi alle spiagge; Cala Sinzias si raggiunge percorrendo la Strada Provinciale 18, seguendo le indicazioni per la spiaggia.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia è ricca di servizi: è accessibile ai diversamente abili, è dotata di ampio parcheggio, campeggio, bar, ristorante; è caratterizzata da un fondale generalmente basso, ma irregolare: è pertanto necessario controllare il gioco in acqua dei bambini.
È possibile noleggiarvi ombrelloni, sdraio e pattino. Essendo battuta dal vento, è meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea.


Marina di San Pietro
Inserita dalle riviste più prestigiose tra gli arenili più belli del Mediterraneo, San Pietro si presenta come una lunga distesa di oltre 3 km di sabbia dorata che sposa un mare verde smeraldo, dalle trasparenze cristalline, entro un'oasi naturalistica incontaminata.
Come arrivare
Dal comune di Castiadas (raggiungibile dalla Strada Statale 125), si seguano i cartelli che indicano la spiaggia di Cala Sinzias sulla Strada Provinciale 18; seguendo le indicazioni per Marina di S. Pietro si imbocchi poi una stradina che dopo circa un chilometro conduce alla spiaggia.
Informazioni utili e servizi
Gran parte del litorale è libero, ma sono anche presenti alcuni resort e ristoranti. È possibile noleggiare ombrelloni e sedie a sdraio e sono presenti servizi di doccia. Non lontano, ci sono diversi campeggi.
Il basso fondale rende sicura la spiaggia per il gioco dei bambini. I fondali incontaminati permettono l'attività di snorkeling e, appoggiandosi ai numerosi diving center della zona, è possibile praticare spettacolari immersioni subacquee alla ricerca di cernie o di colonie di gorgonie.

Cala Monte Turno

Compresa fra lo scoglio di Sant'Elmo a nord e il litorale Marina di San Pietro a sud, cala Monte Turno è una baia di sabbia bianca, bagnata da un mare trasparente.
Di grande suggestione il contrasto cromatico fra lo sfondo del paesaggio, con la scura roccia vulcanica della collina di Monte Turno, e i riflessi chiari del mare.
Come arrivare
Dall'abitato di Castiadas (che si raggiunge percorrendo la Strada Statale 125), seguire le indicazioni per Cala Sinzias sulla Strada Provinciale 18. Da qui, proseguire sulla litoranea fino a Monte Turno.
Informazioni utili e servizi
Non lontano dalla spiaggia ci sono alcuni resort di grande prestigio. I fondali incontaminati sono uno scenario da sogno per gli amanti dello snorkeling e per i subacquei. Numerose piccole grotte traforano le rocce, abitate da cernie e da piante sottomarine.

Santa Giusta
La spiaggia di Santa Giusta ha un fondo di sabbia chiara mista a ghiaia, contornata da scogliere. In mezzo all'acqua si trova lo scoglio piatto detto "di Peppino", con una forma vagamente rievocativa di una immensa testuggine.
Come arrivare
La spiaggia di Santa Giusta si trova nella omonima località nel comune di Castiadas, ed è facilmente raggiungibile percorrendo la Strada Statale 125 che conduce alla località di Costa Rei sulla quale sono indicati gli accessi alle spiagge.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia è ricca di servizi: è accessibile ai diversamente abili, ha un ampio parcheggio adatto anche ai camper, campeggio, hotel, bar, ristorante ed ha un basso fondale che rende agevole il gioco dei bambini. È possibile noleggiare ombrelloni, sdraio e pattino. Essendo battuta dal vento è meta ideale per i surfisti ed è amata da chi pratica la pesca subacquea o desidera immergersi nelle sue acque.



Muravera (CA)
Il territorio del comune, situato alle pendici del monte Nieddu, si estende verso la pianura che fiancheggia il Flumendosa ed è caratterizzato da un lungo tratto costiero comprendente numerose spiagge come quella di San Giovanni, Costa Rei, Feraxi e Colostrai. La spiaggia di San Giovanni, di natura quarzosa, si estende, bordata di macchia mediterranea, all'ombra della "Torre dei dieci cavalli". La spiaggia di Torre Salinas è invece racchiusa in un promontorio dominato dalla "Torre delle saline", caratterizzata da uno spuntone roccioso su cui sorge la torre che offre uno fra i più suggestivi panorami sul mare sardo.
La spiaggia di Colostrai, che si estende per 2 km, è ricca di dune ed è superata in lunghezza da quella di Feraxi che prosegue ininterrottamente fino alla foce del rio "Corr'e pruna".
I mari antistanti la costa sono assai pescosi e abitati da varie specie ittiche come anguille, spigole, sogliole, orate e cefali.


Spiaggia delle Ginestre
La Spiaggia delle Ginestre ha un fondo di sabbia bianca a grani grossi.
Di fronte all'arenile si trova uno scoglio piatto, detto di Peppino, facilmente raggiungibile a nuoto.
Come arrivare
La spiaggia delle Ginestre si trova nella località di Monte Nai nel comune di Muravera, ed è facilmente raggiungibile percorrendo la Strada Statale 125 per raggiungere Costa Rei, sulla quale sono indicati gli accessi alle spiagge.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia è ricca di servizi: è accessibile ai diversamente abili, è dotata di ampio parcheggio adatto anche ai camper, campeggio, bar, ristorante e locali notturni.
La spiaggia è caratterizzata da un basso fondale che rende agevole il gioco dei bambini.
È possibile noleggiarvi ombrelloni, sdraio e pattino, praticarvi il beach volley, e partire in gommone per le escursioni.


Piscina Rei
La spiaggia di Piscina Rei si presenta con un fondo di sabbia bianca e sottile, con la presenza di scogli che formano, in mare, piccole piscine naturali.
Il fondale basso rende il gioco dei bambini in acqua sicuro.
Alle spalle della spiaggia si distendono delle basse dune e uno stagno orlato di canne.
Come arrivare
Piscina Rei si trova nella località di Costa Rei nel comune di Muravera, ed è raggiungibile percorrendo la Strada Panoramica per raggiungere la località sulla quale sono indicati gli accessi alle spiagge.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia è ricca di servizi: è accessibile ai diversamente abili, è dotata di piccolo parcheggio, campeggio, hotel, bar, ristorante e locali notturni. È possibile noleggiarvi ombrelloni, sdraio e pattino.
Essendo battuta dal vento è meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano pesca subacquea, diving e snorkelling.


Porto Pirastu
La spiaggia di Porto Pirastu ha un fondo di sabbia grigia mista a ghiaia. È orlata da scogli spesso piatti e di dimensioni differenti e alle sue spalle si estende una piccola pineta.
Come arrivare
La spiaggia si trova nella località di Capo Ferrato nel comune di Muravera, ed è raggiungibile percorrendo la Strada Provinciale 97 per la località, proseguendo su una strada in salita non asfaltata che conduce alla caletta.
Informazioni utili e servizi
Questa località offre molti servizi: è accessibile ai diversamente abili, è dotata di piccolo parcheggio adatto anche ai camper, campeggio, bar e ristorante.
Essendo battuta dal vento è meta ideale per i surfisti ed è amata da chi pratica la pesca subacquea o le immersioni. La struttura della cala la rende un porto naturale, a vantaggio di quanti viaggiano con imbarcazioni da diporto.


Marina Rei
La spiaggia di Marina Rei ha un fondo di sabbia chiara e sottile. Il mare, di straordinaria limpidezza, assembla spettacolari vibrazioni cromatiche dal turchese al verde smeraldino.
Come arrivare
E’ raggiungibile percorrendo la Strada Provinciale 17 verso Muravera, una volta giunti in località Costa Rei, si trovano le indicazioni per gli accessi alle spiagge.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia è ricca di servizi: è accessibile ai diversamente abili, è dotata di ampio parcheggio, campeggio, hotel, bar, ristorante e locali in genere nei quali la vita notturna è animata. Marina Rei è caratterizzata da un basso fondale che rende sicuro il gioco dei bambini.
È possibile noleggiare ombrelloni, sdraio e pattino, oltre all'attrezzatura per praticare snorkeling e diving. Essendo battuta dal vento, è una meta ideale per i surfisti ed è amata da chi pratica la pesca subacquea.


Capo Ferrato
La foresta di Capo Ferrato è situata in provincia di Cagliari presso l'omonima località di Capo Ferrato (piccolo borgo di case coloniche) nel territorio del Sarrabus. È inserita in un contesto litoraneo di grande valore ambientale e paesaggistico e si estende per circa 195 ettari. La foresta è un'area molto suggestiva adiacente al mare, con un paesaggio mozzafiato, circondato dalle acque cristalline del litorale di Villasimius. Il complesso forestale dal punto di vista climatico rientra nella fascia termo-mediterranea. All'interno della foresta si possono ammirare i graniti paleozoici e le rocce effusive acide del Cenozoico e relativi depositi di versante del massiccio del Monte Ferru. Il Monte Ferru si innalza sino ai 300 m slm offrendo al visitatore una veduta ricca di suggestione. È inoltre possibile vedere il Riu Su Tubbiu, che rappresenta il corso d'acqua principale che attraversa questo territorio. La visita alla foresta è consigliata a tutti coloro che vogliano trascorrere una giornata all'insegna della natura e ammirare un paesaggio dai colori spettacolari ai confini cristallini del mare di Sardegna.
Come arrivare
Alla foresta di Capo Ferrato si accede dalla litoranea "Costa Rei-Montenai-San Priamo", che attraversa il complesso forestale nel settore orientale per circa 1 km.
Informazioni utili e servizi
Per poter visitare la foresta è necessario rivolgersi al Capo Cantiere della Forestale Francesco Piras al cell. 320 4331052 - fax 070 995052.


Cala Sa Figu
Cala Sa Figu si trova in località Capo Ferrato nel comune di Muravera. Ha un fondo di sabbia chiara e sottile. È orlata da alcune scogliere e delimitata dal promontorio di Capo Ferrato, sul quale si trova l'omonimo faro, in un'area di fitta vegetazione che giunge fino all'arenile. La struttura della spiaggia, costituita da piccole calette una a ridosso dell'altra, garantisce privacy e favorisce l'accesso di quanti amano spostarsi con imbarcazioni da diporto.
Come arrivare
È raggiungibile percorrendo la Strada Panoramica Orientale sarda 125, imboccando la provinciale 18 all'altezza di Olia Speciosa e seguendo le indicazioni per Feraxi; poco prima di raggiungere questa località è visibile a destra la caletta, che si raggiunge a piedi.
Informazioni utili e servizi
La spiaggia è dotata di piccolo parcheggio ed è caratterizzata da un basso fondale che rende sicuro il gioco dei bambini. È meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea


San Giovanni
La spiaggia di San Giovanni ha un fondo di sabbia chiara e sottile, mista a conchiglie.
Come arrivare
Si trova nella località di Marina di San Giovanni nel comune di Muravera, ed è raggiungibile percorrendo la Strada Panoramica Orientale sarda 125, seguendo le indicazioni per il paese; superatolo, si svolta dopo pochi chilometri nel bivio che indica la spiaggia. La spiaggia di San Giovanni si presenta con un fondo di sabbia chiara e sottile, mista a conchiglie.
Informazioni utili e servizi
Ricca di servizi, è accessibile ai diversamente abili, è dotata di ampio parcheggio, campeggio, bar e il basso fondale rende agevole il gioco dei bambini.
È possibile noleggiare ombrelloni, sdraio e pattino.
Essendo battuta dal vento, è una meta ideale per i surfisti ed è amata chi pratica la pesca subacquea.



Villaputzu (CA)
Il paese è situato in un tratto pianeggiante creato da depositi alluvionali della foce del Flumendosa, a ridosso delle colline del Sarrabus. Nelle campagne si possono raccogliere asparagi selvatici e funghi, mentre il mare offre splendide spiagge. Interessante il patrimonio gastronomico con i culirgionis, gli arrosti di carne e pesce e i dolci tipici.


Porto Corallo
La spiaggia di Porto Corallo ha un fondo di sabbia a grani grossi ed è decorata da una vegetazione che arriva fino all'arenile. Dall'acqua affiorano numerosi tratti di scogliera.
Il nome richiama la presenza di colonie di coralli, la cui raccolta avviene fin da epoche remote e che vengono usati per la preparazione di oggetti decorativi, soprattutto abbinato all'oro.
Alle spalle della spiaggia troneggia una torre spagnola del XVI secolo, che serviva per avvistare le flotte di pirati che minacciavano e depredavano la zona di Villaputzu.

Come arrivare
Porto Corallo si trova nell'omonima località nel comune di Villaputzu, ed è raggiungibile percorrendo la Strada Statale 125, seguendo le indicazioni per il paese; una volta raggiunto, si svolta per la Strada Provinciale 99 fino al porticciolo turistico di Porto Corallo, superato il quale si arriva alla spiaggia.
Informazioni utili e servizi
Ricca di servizi, è accessibile ai diversamente abili, è dotata di ampio parcheggio adatto anche ai camper, campeggio, bar, ristorante ed è caratterizzata da un basso fondale che rende sicuro il gioco dei bambini. Essendo battuta dal vento, è meta ideale per i surfisti ed è amata da chi pratica la pesca subacquea o le immersioni.


Tramatzu
La spiaggia di Tramatzu ha un fondo di sabbia chiara e sottile ed è orlata da scogliere.
Come arrivare
Tramatzu si trova nella località di Porto Corallo nel comune di Villaputzu, ed è raggiungibile percorrendo la Strada Panoramica Orientale Sarda 125, seguendo le indicazioni per il paese. Arrivati qui, si svolta per la Strada Provinciale 99 fino a Porto Corallo, porticciolo turistico dopo il quale si percorre una strada non asfaltata che conduce alla cala.
Informazioni utili e servizi
Ricca di servizi, è accessibile ai diversamente abili, è dotata di ampio parcheggio adatto anche ai camper, campeggio, bar, ristorante ed è caratterizzata da un basso fondale che rende sicuro il gioco dei bambini.
È possibile noleggiarvi ombrelloni, sdraio e pattino. Essendo battuta dal vento, è meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea o le immersioni.



Capoterra (CA)
Centro agricolo-pastorale, è situato ai piedi del Monte Arcosu ed è interessato dalla laguna di Santa Gilla che si insinua nel suo territorio. Situato a dieci chilometri da Cagliari, conosce un'alta densità demografica.
Dal punto di vista ambientale Capoterra offre paesaggi di notevole interesse, dalla riserva naturalistica di Monte Arcosu che gravita nelle vicinanze del paese ai bellissimi prati della zona di Santa Lucia. Uno sguardo indiscreto al firmamento è offerto dalla sede dell’importante osservatorio astronomico di Poggio dei Pini dove equipe specializzate di astrofisici scrutano le costellazioni.


Frutti d'Oro
La spiaggia si trova nel comune di Capoterra, in località Frutti d'Oro. Non molto frequentata, è meta ideale per i surfisti e presenta un arenile breve con un fondo di sabbia color crema mescolata a ghiaia con grani anche grossi.
Come arrivare
La spiaggia si raggiunge seguendo, sulla Statale 195, i cartelli che segnalano il paese di Sarroch.
Informazioni utili e servizi
È dotata di parcheggio. La prossimità a un centro abitato e alla città di Cagliari rende questa zona un buon punto di partenza per altre mete e garantisce servizi quali market, bar, ristorante e pizzeria.


La Maddalena Spiaggia
Affacciata nel Golfo degli Angeli, la spiaggia si trova nel comune di Capoterra, in località Lido di Capoterra. La spiaggia ha un fondale di sabbia mista a conchiglie color crema, grigio e rosa.
Come arrivare
I cartelli che la segnalano si trovano in prossimità dell'abitato della Maddalena, sulla Strada Statale 195, in direzione Pula.
Informazioni utili e servizi
Ricca di servizi, è dotata di ampio parcheggio, adatto anche per i camper, è accessibile ai diversamente abili ed è praticabile anche dai bambini senza grossi pericoli.
È possibile noleggiare ombrellone, sdraio e pattino. La spiaggia è adatta ai bambini, che possono giocare
nell'ampio arenile.


Torre degli Ulivi
La spiaggia ha un fondale sassoso, con scogli e brevi tratti di sabbia a grana grossa.
In posizione privilegiata nella costa, custodisce un'antica torre di avvistamento che dà il nome alla zona: Torre degli ulivi.
Come arrivare
La spiaggia si trova nel comune di Capoterra, in località Torre degli Ulivi. È possibile raggiungerla percorrendo la Strada Statale 195 oltrepassando le spiagge della Maddalena e di Frutti d'Oro.
Informazioni utili e servizi
Dotata di ampio parcheggio, è frequentata da appassionati di pesca con la canna ed essendo battuta dal vento è meta ideale per i surfisti. Nelle vicinanze ci sono ristoranti, bar e alberghi.



Sarroch (CA)
Il paese sorge sulla costa occidentale del golfo di Cagliari, ad una distanza di circa venti chilometri da Cagliari. Il territorio ha fortemente risentito degli insediamenti petroliferi che, a partire dagli anni '60, si sono installati lungo la costa e che hanno reso la zona uno dei più importanti poli petrolchimici del Mediterraneo.

L'origine del nome del paese è ancora incerta, anche se si propende per l'ipotesi che faccia riferimento alla montagna che sovrasta l’abitato, in lingua sarda "Sa Rocca" e in catalano "S'Arroch" che significa roccia.
Le tipologie costruttive relative all'habitat rurale del paese sono costiuite da case a corte costruite con mattoni di fango e trachite; ampi e bei portali decorano ancora oggi il centro storico




Porto Columbu
La spiaggia di Porto Columbu ha un fondo di ghiaia mista a grani grossi e l'acqua raggiunge subito alte profondità. La spiaggia ha un breve arenile ed è adatta alla balneazione solo nelle vicinanze del porto.
Come arrivare
Porto Columbu si trova nel comune di Sarroch, in località Perd''e Sali ed è raggiungibile percorrendo la Strada Statale 195, seguendo, dopo l'incrocio con l'abitato di Sarroch, le indicazioni per la località.
Informazioni utili e servizi
Ricca di servizi, è dotata di ampio parcheggio, bar, ristorante ed è possibile noleggiarvi ombrellone, sdraio e pattino. Essendo battuta dal vento, è meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea o le immersioni; nelle acque di questo tratto di costa abbondano saraghi e orate, polpi e spigole.



Pula (CA)
Il comune di Pula si trova in una posizione ottimale lungo la costa sud-occidentale del Golfo degli Angeli. È un importante centro agricolo, che durante l'estate raddoppia il numero dei suoi abitanti grazie al turismo balneare.
Ad occidente del Capo di Pula, su una superficie di circa 55 ettari, si estende l'area lagunare di Nora che comprende il ramificato sistema di canali ed isolotti del delta del Rio Arrieras e la laguna vera e propria separata dal mare da un lungo argine artificiale e dalla penisola naturale di Fradis Minoris. La flora della laguna è tipica delle zone umide salmastre, con una rigogliosa vegetazione a macchia mediterranea. La fauna è caratterizzata dalle più rappresentative specie di avifauna lagunare come anatre, aironi, garzette, martin pescatore e diverse varietà di gabbiani, tra cui il raro gabbiano corso. Tra le specie ittiche si annoverano spigole, anguille, saraghi, orate e muggini ed è viva l'attività di pesca che viene svolta, con sistemi tradizionali, da pescatori associati in cooperativa. Nel Centro di educazione ambientale sito ai margini della laguna di Nora è possibile ammirare pesci, crostacei e tartarughe dei mari di Sardegna, scoprendo i segreti di maree e lagune. Sono operativi servizi di visite guidate all'Aquarium, escursioni in canoa tra i canali della foce ed immersioni snorkeling nell'area della cava romana sommersa dal mare.


Su Guventeddu
La spiaggia di Su Guventeddu ha un arenile di circa 700 m, ed è vicina alla spiaggia di Nora. Caratterizzata da un'acqua limpida e cristallina, offre panorami suggestivi, con in lontananza la veduta della Torre del Coltellazzo e verso sinistra l'isolotto di San Macario.
Come arrivare
La spiaggia si trova nel comune di Pula, in località Nora ed è raggiungibile proprio da Nora, seguendo le indicazioni per arrivare alla zona archeologica. Ha un fondo di sabbia fine e scogli rari.
Caratterizzata da un'acqua limpida con fondali bassi, è l'ideale per famiglie con bambini, che possono giocarvi senza alcun pericolo.
Informazioni utili e servizi
Ricca di servizi, è accessibile ai diversamente abili, è dotata di ampio parcheggio, hotel, bar, ristorante ed è possibile noleggiarvi ombrellone, sdraio e pattino. Essendo battuta dal vento, è meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea o semplici immersioni.


Fichi
La spiaggia dei Fichi, inserita nel lungo arenile di Nora, si presenta con un fondo di sabbia fine e scogli rari. Prende il nome dalle numerose piante di fichi che crescono in prossimità della spiaggia. Le sue acque sono limpide e cristalline. L'arenile ha la forma curvata delle baie e la sabbia risulta granulosa e bianca. Caratterizzata da un'acqua limpida, ha fondali bassi.
Come arrivare
Si trova nel comune di Pula, in località Nora ed è raggiungibile seguendo dal paese le indicazioni per arrivare alla zona archeologica. Una volta arrivati al bivio che porta agli scavi, si gira a sinistra e dopo pochi metri si prende uno sterrato che conduce alla spiaggia.
Informazioni utili e servizi
Ricca di servizi, è accessibile ai diversamente abili, è dotata di ampio parcheggio, hotel, bar, ristorante ed è possibile noleggiarvi ombrellone, sdraio e pattino. Essendo battuta dal vento, è meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea o si avventurano nelle immersioni. È l'ideale per famiglie con bambini che possono giocarvi senza alcun pericolo.

Nora
La spiaggia di Nora si trova nell'omonima località del comune di Pula. Si presenta con un fondo di sabbia bianca a grani, delimitata da una scogliera. L'acqua poco profonda rende la meta ideale per famiglie con bambini, che possono giocare sulla riva senza correre pericoli.
In prossimità della spiaggia, sorge la medievale chiesetta di Sant'Efisio, a memoria del luogo in cui si dice trovò martirio il santo.
La spiaggia si trova in prossimità della zona archeologica di Nora, città fondata dai fenici fra il IX e l'VIII secolo a.C., la più antica - pare - in Sardegna. L'area archeologica si trova ai piedi del promontorio di Capo di Pula, in una posizione che consentiva un approdo sicuro con qualunque tipologia di vento.
Come arrivare
La spiaggia si raggiunge percorrendo la Strada Statale 195, in direzione Pula. Una volta dentro il paese, si seguono i cartelli per la località Nora e si trovano le indicazioni per la spiaggia.
Informazioni utili e servizi
Ricca di servizi, è accessibile ai diversamente abili, è dotata di ampio parcheggio adatto anche ai camper; sono presenti hotel, bar, ristorante ed è possibile noleggiare ombrellone, sdraio e pattino. Essendo battuta dal vento è meta ideale per i surfisti ed è amata da chi pratica la pesca subacquea o le immersioni.



Santa Margherita di Pula
La spiaggia è composta da granelli di sabbia grigia con riflessi rosa, mentre l'acqua ha basse profondità, meta ideale per famiglie con bambini.
Essendo battuta dal vento, adatta anche ai surfisti ed è amata da chi pratica la pesca subacquea o le immersioni.
Come arrivare
La spiaggia è raggiungibile percorrendo da Cagliari la Strada Statale 195, seguendo le indicazioni per l'abitato di Santa Margherita.
Informazioni utili e servizi
Ricca di servizi, è accessibile ai diversamente abili, è dotata di ampio parcheggio adatto anche ai camper; sono presenti hotel, bar, ristorante ed è possibile noleggiare ombrellone, sdraio e pattino.


Cala d'Ostia
Cala d'Ostia si trova in località “Santa Margherita”, nel comune di Pula. Ha un fondo di sabbia chiara di grani e ghiaia con scogli di varia grandezza e l'acqua diventa anche molto profonda. È una caletta caratterizzata dalla vegetazione di posidonie, eucalipti e pini selvatici, e da una torre ottocentesca d'avvistamento in prossimità dei ruderi di un'altra, di epoca spagnola.
La spiaggia si trova vicino alla zona archeologica di Nora, città fondata dai fenici fra il IX e l'VIII secolo a.C., la più antica - pare - in Sardegna. L'area archeologica è ai piedi del promontorio di Capo di Pula; nel sito si trovano i mosaici e la struttura cittadina con le terme, i templi e il teatro di epoca romana.
Come arrivare
Si può raggiungere prendendo la strada costiera dal centro di Santa Margherita, in direzione sud.
Informazioni utili e servizi
Ricca di servizi, la spiaggia è dotata di parcheggio adatto anche ai camper. Ci sono anche un campeggio, bar e un ristorante.



Domus De Maria (CA)
Situato nell'estremo sud dell'isola, Domus de Maria comprende nel suo territorio una vastità di bellezze naturalistiche da togliere il fiato. Dalle splendide e chiare spiagge della frazione di Chia alle montagne ricche di boschi rigogliosi. Il territorio è infatti caratterizzato da lunghi arenili con imponenti dune, dove ginepri secolari vivono indisturbati, e da imponenti picchi granitici e boschi rigogliosi, dove non è raro incontrare cervi o cinghiali. Di rara bellezza anche la macchia mediterranea con essenze endemiche dai forti profumi e dai colori incantevoli.
Una tappa è d'obbligo in questo territorio, se non altro per visitare le ampie candide spiagge di Chia e per ammirare i meravigliosi boschi di Is Cannoneris, dove non è raro trovare magnifici ovuli e porcini reali. Tra gli eventi da non perdere la sagra dei fichi, frutti dolci e deliziosi provenienti dalla zona di Chia, la sagra dei pesci nel mese di luglio e la sagra di "S'Arroseri" in onore della Madonna del Rosario, patrona del paese che si festeggia la prima domenica di ottobre.



Campana
Campana si trova nella località Chia del comune di Domus de Maria. È una delle più belle della Sardegna: si presenta con un fondo di sabbia bianca, delimitata da una bassa e stretta scogliera, ha acque limpide con riflessi azzurrati e il fondale è poco profondo. Nella zona c’è uno stagno in cui nuotano uccelli migratori: dalle folaghe alle garzelle, agli aironi cinerini.
Come arrivare
La spiaggia è raggiungibile percorrendo la ''Costa del sud'', strada panoramica caratterizzata dalle numerose discese alle diverse spiagge della zona: per raggiungere Campana è necessario seguire i cartelli che, a sinistra, indicano la spiaggia.
Informazioni utili e servizi
Ricca di servizi, è accessibile ai diversamente abili, è dotata di ampio parcheggio, camping, bar, ristorante. Il basso fondale rende sicuro il gioco dei bambini. Essendo battuta dal vento, è meta ideale per i surfisti che possono esibirsi in acrobazie ed è amata chi pratica la pesca subacquea o le immersioni.


Piscinnì
Piscinnì si trova nell'omonima località nel comune di Domus de Maria. Il nome deriva dalla Torre spagnola di avvistamento, che si trova in un promontorio vicino alla spiaggia. Inserita nel tratto di costa definito "a rias" per la sua rapida evoluzione da un paesaggio all'altro, dalla sabbia bianchissima alle alte scogliere d'argilla e granito, la spiaggia di Piscinnì si presenta con un fondo di ghiaia sottile e scogli; i fondali sono molto profondi.
Come arrivare
La spiaggia è raggiungibile percorrendo la ''Costa del sud'', strada panoramica caratterizzata dalle numerose discese alle diverse spiagge della zona, ma per raggiungere Cala Torre Piscinnì, che non risulta segnalata, è necessario seguire i cartelli che indicano la torre d'avvistamento e scendere lungo un sentiero.
Informazioni utili e servizi
Non sono presenti servizi, ma essendo battuta dal vento è meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea o le immersioni.



Teulada (CA)
Il paese di Teulada si trova nella zona sud-occidentale della Sardegna. Situato nella splendida Costa del Sud, è rinomato per le sue meravigliose spiagge e per il mare cristallino. Circondato da un paesaggio ancora selvaggio e incontaminato, conserva tratti e scenari dalle mille sorprese.
La sua costa alterna lunghi litorali a coste aspre e frastagliate e si caratterizza per lo splendido Capo Malfatano che abbraccia un buon tratto di costa fino a giungere a Capo Teulada, sua punta estrema. Teulada offre al visitatore anche suggestivi panorami ad alta quota con la foresta di Gutturu Mannu e il monte Punta Sebera.
Il nome Teulada risale al latino "tegula" e documenta la grande produzione di terracotta nella zona.
Dotata di un territorio di notevole bellezza, Teulada merita sicuramente una visita per le sue splendide spiagge di Tuerredda e Portu Tramatzu. Per gli amanti della nautica da qualche anno è stato rimesso a nuovo il porto turistico che arriva ad ospitare fino a 133 natanti di una lunghezza massima di trenta metri. Molto caratteristici, anche se di piccole dimensioni, sono il porto Budello con le tipiche imbarcazioni dei pescatori e il porticciolo di Capo Malfatano.


Torre del Budello
La spiaggia si presenta con un fondo di sabbia scura e di ghiaia mista. Il nome le deriva dalla presenza dell'omonima torre di avvistamento di età spagnola.
Di fronte all’arenile, si erge l'Isola Rossa, profilo roccioso coperto dalla macchia mediterranea.
Come arrivare
La spiaggia si trova nella località Porto di Teulada nel comune di Teulada, ed è raggiungibile dal porto.
Informazioni utili e servizi
È dotata di un piccolo parcheggio ed è scarsamente frequentata e molto amata da quanti praticano la pesca subacquea o semplicemente desiderano immergersi nenle sue acque.


Porto Zafferano
Porto Zafferano si trova in zona militare vicino a Porto Tramatzu, nel comune di Teulada. Non è visitabile.
La spiaggia è ricoperta da granelli di sabbia bianca e sottile, delimitata da dune e lambita da un mare straordinariamente trasparente.
La cala dà merito alla fama di cui gode Teulada, rinomata per la limpidezza del mare e le forme della costa. Per gli amanti della nautica, da qualche anno è stato rimesso a nuovo il porto turistico, che ospita fino a 133 natanti di lunghezza massima di 30 metri.
Informazioni utili e servizi
Poichè Porto Zafferano si trova dentro i confini di un poligono militare, sono vietati l'ormeggio e lo sbarco per tutto l'anno. Non ci sono servizi per il pubblico.


Tuerredda
Situata in una splendida insenatura tra Capo Malfatano e Capo Spartivento, è considerata una delle più belle spiagge della Sardegna per la sua sabbia chiara e finissima e per il colore trasparente del mare, che richiama un paesaggio caraibico.
Intorno all'arenile si stende la macchia mediterranea, mentre proprio di fronte è situato l'isolotto omonimo, a qualche centinaio di metri dalla riva, raggiungibile con una nuotata di pochi minuti.
L'isolotto di Tuerredda, dove predomina il grecale, è un piccolo mondo nel quale è possibile trascorrere qualche ora distesi sulla sabbia o sulle rocce calde e levigate.
Il limpidissimo fondale, che degrada dolcemente raggiungendo la profondità di qualche metro nei pressi dell'isolotto, con acque che mantengono temperature costanti e non molto elevate, è l'ambiente ideale per lunghe nuotate.
Lungo la costa si alternano tratti dolci e aspri come una sequenza di piccoli arenili, separati da lingue di rocce.
Come arrivare
Partendo da Cagliari si percorre la Strada Statale 195 in direzione Teulada. Si svolta a destra per la località Chia e si prosegue ancora per una decina di chilometri, fino ad arrivare alla spiaggia, ben segnalata.
Informazioni utili e servizi
I servizi offerti comprendono un chiosco-bar, il ristorante, il parcheggio a pagamento, alcune attrezzature balneari da spiaggia, oltre al noleggio di canoe e pedalò e alla possibilità di effettuare escursioni in gommone.




"Lungo un tratto costiero di selvaggia e intatta bellezza, la Costa di Teulada, si trova la spiaggia di Tuerredda, assai frequentata e nota, presente sulle principali guide turistiche. A poche centinaia di metri dalla spiaggia si incontrano i primi furriadroxus (dal verbo furriài, ritirarsi, abitare), le tipiche case locali, appartenenti all'agglomerato di Malfatano. Le persone che ancora oggi vivono nei furriadroxus sono tutti uomini, scapoli e con un'età media di più di sessant'anni. Vivono una quotidianità scandita dall'attività legata all'allevamento e all'agricoltura di sussistenza, fatta di collaborazione reciproca, ma anche di solitudine e marginalità."

La vetrina delle Aziende Sarde

Home Page | Località Sarde | Piatti Tipici | Cultura Sarda | Territorio | Spazio Aziende | Musica Sarda | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu