Su Prugadoriu di Seui - Le Vie della Sardegna :: Partendo da Sassari Turismo, Notizie Storiche e Attuali sulla Sardegna, Sagre Paesane e Manifestazioni Religiose, Cultura e Cucina Tipica Sarda, Monumenti da visitare, Spiagge e Montagne dell'Isola. Turismo in Sardegna, itinerari enogastrononici e culturali, suggerimenti su B&B, Agriturismi, Hotel, Residence, Produttori Prodotti Tipici, presenti nel territorio. Informazioni e itinerari su dove andare, cosa vedere, dove mangiare, dove dormire sul Portale Sardo delle Vacanze e dell'Informazione. Sardegna Turismo dove andare e come arrivare, tutte le notizie che vuoi conoscere sull'Isola più bella del Mediterraneo. Scopri sul Portale Le Vie della sardegna le più belle località turistiche dell'Isola e la loro storia, i personaggi illustri e di cultura nati in terra Sarda.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Su Prugadoriu di Seui

Cultura Sarda > Sagre, Manifestazioni Sacre e Popolari
Su Prugadoriu di Seui informazioni storiche e turistiche
Su Prugadoriu di Seui
Ogni anno, in occasione della commemorazione dei defunti, si rinnova la sagra de “Su Prugadoriu“, antica tradizione che si svolge nella caratteristica cornice del centro storico di Seui. Alla suggestione di un ambiente pressoché intatto, fanno da contorno una serie di iniziative che rievocano le peculiarità di questa ricorrenza legata al culto delle anime.
La festa richiama infatti alla memoria l’usanza dei bambini di andare per le case chiedendo un’offerta per le anime del Purgatorio, al fine di alleviare le loro pene. L’antica tradizione si ripropone attraverso la rappresentazione delle espressioni proprie della cultura seuese e legate al mondo agro-pastorale.
Per l'occasione è possibile visitare gli antichi “mangasinus” in cui vengono allestiti degli spazi espositivi delle lavorazioni artigianali tipiche del territorio ogliastrino e della barbagia di Seulo. In tali ambienti si possono inoltre degustare vini e formaggi della produzione locale.
Il contesto in cui si svolge la sagra rappresenta sicuramente una delle ragioni che rendono particolarmente appetibile l’appuntamento. L’atmosfera che si vive è quella del borgo medievale tra il chiaroscuro di luci soffuse e l’antica tradizione dei mastri. E’ un rivivere come un déjà vu la propria storia, le proprie radici e le proprie tradizioni.
Su Prugadoriu Di Seui Nuscus e saboris antigus. Quattro giorni di festa nel suggestivo centro storico di Seui, alla riscoperta di tradizioni, antichi mestieri, sapori e profumi dei prodotti tipici locali.
Su Prugadoriu Di Seui Nuscus e saboris antigus. Quattro giorni di festa nel suggestivo centro storico di Seui, alla riscoperta di tradizioni, antichi mestieri, sapori e profumi dei prodotti tipici locali.
Seui
Circondato da boschi di lecci irrorati dal fiume Flumedosa e protetti dalla catena del Gennargentu, il paese di Seui è tra i più affascinanti dell'interno Sardegna. Presenta un toponimo di origine incerta, sicuramente non latina. Molto prima del dominio romano, infatti, il territorio risulta frequentato dall'uomo, come dimostrano diverse tracce e resti di nuraghi presenti nel territorio.



Il paese è formato da una rete di stradine gravitanti attorno alla parrocchiale di Santa Maria Maddalena, su cui si affacciano palazzotti ottocenteschi ed abitazioni che seguono i canoni della locale architettura rustica in pietra scistosa, con eleganti archi, balconate lignee e tetti in coppo. Un borgo antico sospeso tra passato e presente è di grande attrattiva per chi voglia visitare un pezzo di Sardegna montana. Molto interessante la parrocchiale di Santa Maria Maddalena, di fondazione settecentesca ma modificata successivamente; al suo interno ospita un bell'altare ligneo e un fonte battesimale risalenti al Seicento.


Nella via Roma e nella valle sottostante sorgono interessanti esempi di abitazioni in pietra scistosa e legno, con balconcini in ferro battuto. Fra queste la casa Farci ed una palazzina liberty degli inizi del XX secolo: la prima adibita a casa museo dedicata allo scrittore e politico Filiberto Farci ed alla tradizione seuese; la seconda ospitante un museo archeologico ed etnografico. Di notevole interesse, inoltre, la sede dell'ex carcere spagnolo del 1647, dove è possibile visitare gli ambienti che per secoli hanno visto consumare drammatiche vicende umane. Inoltre, un significativo luogo di cultura è rappresentato dalla Galleria Civica, ospitata dal Palazzo Civico S'Omu Comunali, risalente agli ultimi anni dell'Ottocento, che fra i numerosi oggetti artistici esposti conserva pregevoli quadri del Seicento di scuola caravaggesca.



Su Prugadoriu
Nuscus e saboris antigus
Quattro giorni di festa nel suggestivo centro storico di Seui,
alla riscoperta di tradizioni, antichi mestieri, sapori e profumi dei prodotti tipici locali.
Degustazioni, prodotti tipici e artigianali, maschere sarde, spettacoli musicali itineranti, rappresentazioni teatrali, proiezioni, convegni, visite al percorso museale seuhiense, mostre. Dal 29 ottobre al 1 novembre nella splendida cornice del centro storico di Seui si rinnova la tradizione di Su Prugadoriu. Un ambiente pressoché intatto, fanno da contorno una serie di iniziative che rievocano le peculiarità di questa ricorrenza legata al culto delle anime. La festività rappresenta un’importante occasione per presentare il meglio della tradizione artigianale locale sia culinaria che delle antiche professioni.
Verranno allestiti negli antichi mangasinus degli spazi espositivi e delle lavorazioni artigianali tipiche del territorio ogliastrino e della Barbagia di Seulo. Sarà possibile inoltre assistere in loco alla creazione dei manufatti artigianali. Ampio spazio verrà dedicato alla tradizione culinaria attraverso la presentazione dei prodotti tipici seuesi quali i rinomati culurgionis e civargeddu prenus.
Nei quattro giorni di festa si potranno degustare il prelibato vino seuese, le castagne e le patate arrosto, visitare i musei, partecipare ai laboratori per la realizzazione dei prodotti artigianali, escursioni naturalistiche.



Come arrivare

Il trenino arriva direttamente a Seui.
In auto:

  •   da Cagliari si percorre la SS 131 sino allo svincolo sulla SS 128 per Senorbì. Si prosegue per il bivio di Isili immettendosi poi sulla SS 198 per Seui.
  •   da Sassari si percorre la SS 131 arrivando allo svincolo della SS 537 per Nuoro, proseguendo lungo la SS 389 direzione Villagrande Strisaili, continuando verso Gairo, Ussassai per poi arrivare a Seui.
  •   da Oristano si percorre la SS 131 arrivando allo svincolo della SS 537 per Nuoro, proseguendo lungo la SS 389 direzione Villagrande Strisaili, continuando verso Gairo, Ussassai per poi arrivare a Seui.
  •   da Nuoro si percorre la SS 389 direzione Villagrande Strisaili, continuando verso Gairo, Ussassai per poi arrivare a Seui.




 

Web Master: Adriano Agri - Sassari Servizi Internet
Copyright: © Le Vie della Sardegna Tutti i diritti Riservati

leviedellasardegna.eu
Leggi le nostre Policies su Privacy e Coockies
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu